Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

martedì 16 febbraio 2016

I Bambini che Inseguono le Stelle: viaggio verso agartha, in arrivo il manga tratto dal film

A cinque anni di distanza dall’uscita del film I BAMBINI CHE INSEGUONO LE STELLE: VIAGGIO VERSO AGARTHA di Makoto Shinkai, arriva finalmente in Italia l’omonimo manga disegnato da Tomoko Mitani disponibile in libreria, fumetteria e Amazon a partire dal 17 Febbraio.
VIAGGIO VERSO AGARTHA n. 1 è il primo capitolo di una storia toccante di amicizia e di crescita. Asuna, la ragazza protagonista della storia, trascorre i pomeriggi sempre allo stesso modo: ascoltando i programmi trasmessi da una radio a galena molto vecchia, dono ricevuto dall’ormai defunto padre.
Questo fino a quando non incontra Shun, che la mette in salvo da una situazione pericolosa. Da questo momento ha inizio per Asuna un viaggio avventuroso sulle tracce del suo misterioso amico, che non sembra provenire da questa Terra…
I BAMBINI CHE INSEGUONO LE STELLE: VIAGGIO VERSO AGARTHA: il manga tratto dal film di Makoto Shinkai, l’erede del maestro Miyazaki, disponibile dal 17 Febbraio!
VIAGGIO VERSO AGARTHA non è l’unico manga tratto dai film di Makoto Shinkai ad essere pubblicato da Edizioni Star Comics: esso si unisce infatti a 5 CM AL SECONDO (miniserie completa in 2 voll.), IL GIARDINO DELLE PAROLE (vol. unico) e LA VOCE DELLE STELLE (vol. unico), tratti dagli omonimi film di animazione, rispettivamente, del 2007, 2013 e 2003.
E le avventure di Asuna e i suoi amici non terminano qui: a partire da maggio uscirà I BAMBINI CHE INSEGUONO LE STELLE: IL RAGAZZO DI AGARTHA, miniserie in due volumi firmata da Asahi Hidaka, che racconta le vicende dei personaggi di VIAGGIO VERSO AGARTHA dal punto di vista dei protagonisti maschili.
Makoto Shinkai è nato a Nagano, in Giappone, nel 1973. Dopo studi letterari decide di dedicarsi – dapprima da solo, poi coadiuvato da un piccolo gruppo – alla sua passione originaria: gli anime e i manga. La sua prima opera, il cortometraggio Lei e il suo gatto (1999), gli conquista il favore della critica nonché prestigiosi riconoscimenti internazionali, come il primo premio alla dodicesima edizione del DoGA CG Animation Contest nel 2000. Grande ammiratore dello scrittore Haruki Murakami e del regista Hayao Miyazaki, entrambi suoi connazionali, di quest’ultimo è largamente considerato l’erede artistico.

Fonte:

Nessun commento: