Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

domenica 27 novembre 2016

Gintama: l'anime torna l'8 gennaio e Sorachi dice quanto guadagnano gli autori per i film...

Come ben sappiamo è arrivato da tempo l’annuncio della nuova serie animata di Gintama, ed adesso possiamo confermarvi che il primo episodio è atteso per il prossimo 8 gennaio. Tecnicamente la nuova serie sarà trasmessa su TV Tokyo, TV Hokkaido, TV Aichi, TV Setouchi e TVQ Kyushu il 9 gennaio all’1.35; mentre sarà trasmessa su TV Osaka il 10 gennaio all’1.05.
Ma le notizie non sono finite qui, difatti il celebre autore di Gintama, Hideaki Sorachi ha fatto molto parlare di sé questa settimana per dei suoi commenti di qualche anno fa, balzati all’attenzione generale per via di riflessioni che si stanno avvicendando in questi giorni nei social media giapponesi, i quali si chiedono quanto un mangaka guadagni dalle trasposizioni cinematografiche delle proprie opere (riflessioni probabilmente nata dal successo di Your Name.). Il tweet in questione è stato retweettato difatti più di 64.000 volte, ma adesso contestualizziamo il tutto.
Parliamo del 2013, anno in cui debuttò al cinema Gintama – Capitolo Finale: Yorozuya Per Sempre. Il film nella prima settimana di programmazione arrivò al 4° posto, guadagnando in totale ¥281,776,256 (2.348.695,598 euro) venendo trasmesso in 127 cinema, risultando l’8° anime di maggior successo in Giappone nel 2013. Ecco il suo commento su quanto abbia guadagnato in questa produzione in un Q&A presente nel 51° volume.
Q: Ho una domanda. Tempo fa mia madre ha sentito che il film di Gintama era andato alla grande e quindi le venne normale commentare dicendo “(Hideaki Sorachi) starà vivendo a Roppongi Hills per quanto è popolare!”. È vero?
A: Devo essere completamente sincero, a prescindere di quante persone possano aver visto il film o di quanto il film possa aver guadagnato non va un singolo yen all’autore. A noi ci pagano solo per i diritti d’autore. Ciò che riceviamo è nulla rispetto ai guadagni dell’opera. La maggior parte dei profitti vanno a quelle orride compagnie senza scrupoli come Shueisha e Sunrise. Ricevo decisamente molto di più dalle vendite singole dei volumi. Ma ho voluto fare comunque questi adattamenti cinematografici, ammazzandomi di lavoro fino a pisciare sangue, semplicemente perché in questo mondo c’è un posto ancora più bello di Roppongi Hills. Parlo, cara signora, del suo cuore.
Se Gintama riesce a raggiungere il cuore delle masse non m’interessa nulla se vivo in una collinetta fatta di cartone. Gli autori sono i soli che celano tale purezza d'animo nei confronti delle proprie creazioni. Quindi, cara signora, se le dispiace per le nostre condizioni di vita non si limiti a guardare il film, ma compri anche i nostri volumi, grazie ai quali possiamo trasferirci a Roppongi Hills grazie a dei diritti d’autore ben più remunerativi.

Fonte:

Nessun commento: