Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

lunedì 31 marzo 2008

Яebirth

Яebirth (리버스, Ribeoseu ) è un manhwa coreano, scritto e disegnato da Kang Woo Lee. In patria è stato pubblicato dal 1998 in poi, e in Italia dal 2003 dall'editore Flashbook.
La serie è ancora in corso e fino ad ora conta 21 volumi...
Le ombre sono nate dalla luce… Ma la luce può sempre ricacciare le tenebre… Deshwitat, rampollo di una nobile famiglia settecentesca, è diventato un non morto dopo essere stato colpito dalla maledizione dei vampiri. Per sopravvivere è costretto a bere il sangue dei suoi contadini, ma grazie allo studio dei segreti della magia delle Tenebre egli diventa un temuto e rispettato Stregone. L’apprendimento delle arti magiche oscure è necessario per poter fronteggiare il suo acerrimo nemico, il Mago della Luce Kalutika Maybus.
Durante una furiosa battaglia fra i due Kalutika riesce a prevalere sfruttando la sua maggiore potenza, e dopo aver ucciso Lilith, la fidanzata di Deshwitat, rinchiude nel limbo lo stregone-vampiro. Ventunesimo secolo...
14 dicembre 1998: in una piccola località della Romania avvengono strane sparizioni, attribuite dagli abitanti a presunti mostri che, tra l’altro, divorerebbero le ignare prede.

Per studiare lo strano fenomeno si unisce una congrega di studiosi guidati dal professor Do accompagnati da Remi, la figlia, e dalla bella chierica Millenar Sheffield, che ha il compito di proteggere il gruppo in caso di pericolo.
Il gruppo riesce a scoprire che dietro alle sparizioni si celano dei non morti...
Durante un attacco, accidentalmente, grazie al sangue di Remi, viene risvegliato il vampiro Deshwitat L. Rudbitch, che sceglie di salvare la vita delle due donne, le uniche sopravvissute, in cambio della vita del professor Do. Una volta scampati alla situazione di pericolo, il vampiro inizia a comportarsi in modo particolarmente strano, molto diverso a quello che gli uomini comunemente associano a questi mostri.
Deshwitat sembra infatti essere interessato soltanto ad una cosa, ovvero imparare ad esercitare il potere della luce, chiedendo non proprio gentilmente a Millenar di istruirlo, questa però si rivela inadeguata al compito per via della natura demoniaca del protagonista.
Solo in seguito si scoprono le motivazioni alla base della decisione del vampiro: Deshwitat vuole apprendere il potere della luce per vendicarsi nei confronti di Kalutika Maybus, sacerdote impazzito che 300 anni prima uccise la sua amata e lo ridusse in polvere.
Contrariamente al protagonista Kalutika Maybus appartiene alle creature della luce e, in quanto il potere di queste ultime sembra essere più forte del potere delle tenebre, Deshwitat vede la sua unica possibilità di vittoria nell’apprendimento e di conseguenza nell’impiego di tale potere.

E' così costretto a farsi aiutare da degli improbabili alleati: la ragazza coreana Remi, l'esorcista vaticana Millenear e i due misteriosi maestri di tecniche segrete Rett e Beryun.
Il gruppetto parte per un viaggio in Cina, dove sembra esista una setta di persone in grado di utilizzare entrambi i poteri...
Rebirth non è affatto una serie horror, nonostante narri le vicissitudini di un vampiro. È da considerare pienamente come una serie d’azione drammatica con elementi fantastici, dove sono all’ordine del giorno combattimenti e uccisioni.
La trama viene talvolta spezzata da intermezzi comici che hanno il pregio di non interrompere il ritmo degli avvenimenti.
Il tratto del disegnatore è rotondo e cartoonesco, riuscendo bene a caratterizzare graficamente i vari personaggi, ma facendoli stonare un pochino con l’ambiente circostante, tutto realizzato con tinte molto scure...
La battaglia fra luce e tenebre è dunque ricominciata!

Vendetta! È il sentimento che spinge il cammino dello spietato vampiro Deshwitat appena reincarnatosi dopo secoli di limbo; vendetta contro il mago della luce Kalutika, che oltre trecento anni prima lo aveva ridotto in cenere dopo aver brutalmente assassinato la sua amata proprio davanti ai suoi occhi.
Speranza! La speranza di riportare in vita il padre sacrificatosi per salvarla è ciò che spinge la giovane archeologa Remi a seguire controvoglia questo misterioso vampiro nella sua missione.
Responsabilità! La responsabilità di preservare l’inermità della malcapitata Remi spinge anche la giovane e bella esorcista Millenear a unirsi a Deshwitat per aiutarlo ad apprendere la magia della luce, in modo da permettergli di sfidare l’odiato avversario con le sue stesse armi.
Voglia di svago e di evasione, ma anche passione per il fantastico, per l’intrigo, per il mistero: se avete questi requisiti nulla vi trattiene dal leggere Rebirth!

Marmalade Boy e Fushigi Yuugi

Ni-hao!!
Eccomi di nuovo qui a darvi i risultati di due sondaggi chiusi...
...ripeto il mio appello... Se qualcuno di voi ha un'idea carina ed originale su qualche sondaggio, fatevi avanti!!!
L'importante è che siano inerenti al mondo dei manga o anime giaponesi!!
I due sondaggi chiusi riguardano le opere di due autrici davvero brave, Wataru Yoshizumi e Yuu Watase (io la adoro... è una delle mie preferite insieme alla sensei Naoko Takeuchi) .

Fra i manga di Wataru Yoshizumi, qual'è il vostro preferito?

Marmalade Boy (Piccoli problemi di cuore) (60%)

Mint-na bokura (Cuore di menta) (30%)

Random Walk (20%)

Kimishika iranai (Solamente tu) -Ultra Maniac (Streghe per amore) (15%)

Datte sukinandamon (10%)


Fra i manga di Yuu Watase, qual'è il vostro preferito?

Fushigi Yuugi (84%)

Zettai Kareshi (63%)

Imadoki - Fushigi Yuugi Genbuu Kaiden (36%)

Alice 19th - Ayashi no Ceres (26%)

Suna no Tiara (15%)

Appare Jipangu! (10%)

Epotrans Mai - Shounen Aromatic (5%)

Un biondo agente segreto... Angie Girl

Angie Girl, Joe Heika no Petite Angie (女王陛下のプティアンジェ) è una serie animata del 1977 di Yu Yamamoto(sceneggiatura). La Piccola Angie di Sua Maestà prodotto in Giappone dalla Ashi per Nippon Animation conta 26 episodi. La prima trasmissione risale al 13 Dicembre 1977.
I Character design della serie sono Motosuke Takahashi e Yasushi Tanaka
Il cartone animato Angie girl è stato trasmesso per la prima volta su Italia 1 nel 1982.
La sigla è cantata dal gruppo "Chelli e Chelli" (Ambrosio - Barracuda).
Il manga non esiste, probabilmente l'anime deriva dal libro "Charlotte Holmes" di Hilary Bailey, una raccolta di storie poliziesche affidate ad una ragazzina.

La storia è ambientata nella Londra vittoriana della seconda metà dell '800 e ha per protagonista Angie, una una simpatica ragazzina bionda con un’intelligenza acutissima, caratterizzata da una lunga gonna a pois. Spesso determinante per risolvere casi di furto.
Un giorno Angie si mette sulle tracce di un diabolico ladro, che ruba il prezioso diadema della regina d'Inghilterra. Risolto il caso, viene ricevuta proprio dalla regina Vittoria in persona che si complimenta con lei e le conferisce una preziosa medaglia per i servizi resi al paese.
Da allora iniza a collaborare con la polizia di Scotland Yard per cercare di risolvere alcuni intricatissimi misteri.
Naturalmente questo non piace al burbero e panciuto ispettore di Scotland Yard ma l’aiuto di Angie è invece molto apprezzato da Michael, l'agente braccio destro dell’ispettore.

Angie è un brillante agente segreto (007) di Scotland Yard al diretto servizio della Regina Vittoria che più di una volta nel corso della serie la riceve a corte per farle i suoi più cari e sinceri complimenti. E' una ragazza sveglia e astuta, le bastano pochi indizi per ricostruire una prova che incastra il colpevole e riesce a risolvere enigmi astrusi e ai più incomprensibili in un battito di ciglia facendola in barba all’ispettore Jackson.
Viste le imprese compiute da questa coraggiosa e impertinente fanciulla e dal suo cane fidato Ron Ron è comprensibile che questa serie, pur non priva d'imperfezioni, occupi un posto tra i ricordi dei trentenni di oggi.
Purtroppo è ricordata anche per un pessimo adattamento italiano (alcuni personaggi vennero doppiati da un unico doppiatore). La serie era un pochino povera sia come disegni che come animazioni tanto è vero che ebbe anche poco riscontro in patria... però le storie, tutte incentrate intorno ad Angie, sono abbastanza avvincenti (a mio parere).

Nella prima puntata viene mostrato come, in seguito al suo preziosissimo aiuto nelle investigazioni, in un caso poliziesco ottiene una medaglia dalla regina come segno di gratitudine che diviene un vero e proprio lasciapassare sui luoghi delle indagini..
Oltre a lei partecipano alle sue avventure anche Franckie il figlio del cocchiere e ovviamente l'ispettore di Scotland Yard Jackson burbero e goffo (ma dal cuore d'oro) ed il suo vice Michael che sembra essere l'unico a prendere sul serio Angie.
Il tono delle storie è leggero e come nelle spy story più classiche solo Angie sembra riuscire a smascherare sempre i colpevoli con geniali intuizioni.
Nota curiosa è il fatto unico nella "tradizione televisiva italiana" delle anticipazioni delle puntate successive che però vennero integrate nella sigla finale...
In conclusione trovo che Angie Girl sia una serie piacevole da guardare... anche solo per cercare di anticiparla nella soluzione del mistero!!! (:P)

sabato 29 marzo 2008

Forza Campioni!

Forza Campioni, titolo originale "Ashita e Free kick" (あしたへ フリーキック) è una serie animata basata sul gioco del calcio del 1992. Il soggetto è di Yû Yamamoto, la casa di produzione è la Ashi Productions.
L'anime è arrivato in Italia nel 1994 su Italia 1, e conta 52 episodi.
La sigla "Forza campioni", la canta Cristina D'Avena.
Purtroppo non ho trovato molto su questa serie... e questo mi dispiace un pochino...
A me personalmente piaceva... da piccola... ero innamorata pazza di Nick, il protagonista...
La trama è questa, Nick e suo cugino Roberto si trasferiscono in una città sul mare per iscriversi ad una famosa università. Roberto è su una sedia a rotelle a causa di una caduta da cavallo, quindi deve essere accudito da Nick.

Un giorno, per caso, Nick, che non ha mai giocato a calcio, trova un pallone da calcio e comincia a palleggiare per la prima volta mentre Roberto lo guarda divertito. Oltre a Roberto, anche Miriam, una giocatrice di pallavolo, e Doris, la figlia dell’allenatore della squadra di calcio cittadina, ammirano Nick alle prese con il pallone e lo riferiscono a Dario, Toto, Marco e Josè, i giocatori della squadra del Godai.
Nick entrerà a far parte della squadra e a poco a poco scoprirà la sua grande bravura nel calcio, che lo farà diventare un grande campione.
Una serie davvero carina anche se non ha riscosso lo stesso successo che hanno ottenuto le altre serie basate sul calcio, prima fra tutte, Holly e Benji.

Novità di questa settimana... JPOP

Akumetsu 6

Il Giappone moderno è sprofondato in un pandemonio di corruzione, recessione economica, nepotismo e degrado morale. Questo squallido panorama sociale sembra non avere speranze; i pochi decisi a cambiare le cose possono solo limitare i danni, senza grandi successi.
L'unica soluzione sarebbe quella di eliminare il male alla radice, ma solo un'entità immortale ed estremamente determinata potrebbe ambire a tale progetto. Eppure, qualcuno sembra deciso ad attuare una svolta epocale: un eroe mascherato che non ha paura di niente, soprattuto non teme la morte. Un eroe deciso a dare il "buon esempio" attraverso azioni esemplari, estremamente violente, impietose, ciniche e crudeli. Un diavolo pronto a giudicare e a spazzare via la sozzura del mondo, un giudice infernale senza mezzi termini: il suo nome è Akumetsu!
Uno degli shonen più importanti di Akita Shoten sbarca alla fine dell'estate in Italia! Chi ama i manga di anti-eroi (chi ha detto Death Note?) non rimarrà deluso da questo fumetto assolutamente... "POLITICAMENTE SCORRETTO"!

Blood Sucker 7

Anche GENTOSHA si unisce alla scuderia delle case editrici giapponesi pubblicate in Italia da JPOP! Titolo di punta della rivoluzionaria rivista BIRZ, BLOOD SUCKER è una miscela esplosiva di horror, fantascienza e azione... un manga garanzia di forti emozioni. Il destino di Yusuke Himukai è stato segnato nella fatale notte in cui la sua piccola amica Kikuri, venne uccisa davanti ai suoi occhi da un vampiro bicentenario di nome Migiri. Da allora, egli se ne sta, prostrato e tormentato dal ricordo di Kikuri, in una camera del centro prevenzione epidemie. Finchè un giorno riceve la visita di una misteriosa donna che gli chiede di seguirlo... Un omaggio ai classici del genere vampiresco, con l'aggiunta di un tocco di modernità assolutamente particolare... attenti, perchè questo manga ... morde!

Check 5

Dopo il grande successo di Model, torna Lee So Young con un altro, interessantissimo manhwa.
Scritto tra il 2001 e il 2004, CHECK si compone di 6 volumi.
Ambientato ai giorni nostri in Corea, CHECK racconta gli intrecci e gli amori (anche omosessuali) in un college di Seoul.
Quando la noia bussa alla nostra porta, quanti di noi sono pronti a operare un drastico cambiamento?
Dalla matita di Lee So-Young, una frizzante storia d’amore scolastica, che mescola passione, divertimento e mistero.


Demon King 15

C'è una grave frattura tra l'Inferno ed il mondo dei mortali... Le anime perdute dei combattenti maledetti sono scappate dagli Inferi per tormentare tutti i Viventi. Il Sovrano dell'Inferno decide quindi di inviare sulla Terra MAJEH, il più potente spadaccino dell'aldilà, per contrastare la furia delle anime maledette. Anche se MAJEH ha l'aspetto di un giovane ragazzo, è un messaggero di morte dotato di incredibile poteri di guerriero.
DEMON KING pesca a piene mani dalla mitologia asiatica e occidentale, regalandoci un'opera misteriosa ed avvincente, incentrata sul suo carismatico protagonista, che ci accompagna tra scene estreme di lotta e momenti di esilarante humour. DEMON KING è uno dei manhwa più famosi dell'era moderna, e sicuramente uno dei più conosciuti all'estero, potendo contare su uno sterminato numero di traduzioni (USA, Francia, Germania e adesso Italia).

Go Go Bambina 1

Un altro grande autore si aggiunge alla schiera dei mangaka pubblicati da JPOP: stiamo parlando di Masaomi Kanzaki, famoso in Italia per quello XENON che fece da apripista all'invasione dei manga nella nostra Penisola. Questa volta, però, Kanzaki non si cimenta in un manga di cyborg ma in una divertentissima (e un po' scollacciata) commedia erotico sentimentale. Realizzato a cavallo tra il 2006 e il 2007, GO! GO! BABY! è un manga molto moderno, veloce e dal tratto davvero dinamico che racconta le avventure del verginello giovane Yutaro Minamoto. Quando il giovane decide di dichiarare tutto il suo amore a Yumeko Nakajima e le dà appuntamento, scopre Yumeko abbracciata a Shibuya, famoso per essere un latin lover. Scioccato, torna nella sua stanza e scoppia a piangere. Davanti a lui appare, richiamata per caso (attraverso un rito per così dire "particolare", Bambina, la dea dell'amore. Cominciano così giorni pieni di risate e momenti piccanti per questo ragazzo piuttosto ingenuo e la dea dal fisico mozzafiato! Tre volumi che lasceranno il segno!

Hellsing 4

In molti lo hanno richiesto a gran voce... finalmente, dopo anni di attesa, ritorna in Italia il manga sanguinario ideato da Kohta Hirano !
Una serie in 8 volumi (per ora), che unisce disegni inimitabili a una trama che non lascia respiro, grazie ai tanti colpi di scena e alla narrazione densa di orrore, suspense e molto, molto sangue!
Lasciatevi anche voi coinvolgere dalle avventure dello spietato cacciatore di vampiri Alucard e dell'organizzazione per cui lavora, la HELLSING !
La trama di Hellsing è di per sé piuttosto lineare e singolare: un mondo si cela sotto quello reale e di tutti i giorni, fatto di oscurità e creature che non chiedono altro se non di mettere a tacere la propria fame, con un pasto a base di esseri umani. Ma, al di là della realtà di tutti i giorni, esistono organizzazioni segrete che combattono questi esseri con la loro medesima ferocia. L'organizzazione che difende il Regno Unito è, appunto, l'Hellsing; il suo più efficiente agente è nient'altri che un vampiro, Alucard (si noti che leggendolo al contrario si pronuncia Dracula), principe dell'oscurità e vampiro dall'ineguagliabile potere.Ma Alucard non è un essere senza cuore al pari di quelli che combatte, probabilmente...

Love Onsen 2

Manga destinato decisamente a un pubblico adulto, Love Onsen è la recente proposta della sezione 'Sexy Comedy' della Jpop.
La storia, per sommi capi, parla di tre sorelle che gestiscono un ryokan (albergo a gestione familiare) sperduto sulle montagne e con annesse acque termali; il servizio è rivolto generalmente a coppiette in cerca di romanticismo e tranquillità, ec è quindi un problema piuttosto inaspettato quando un ragazzo, tale Akiyama, si presenta da solo per un soggiorno.
A dirla tutta il giovane aveva prenotato per sè e la propria fidanzata, ma nel fratempo la ragazza lo aveva piantato e lui, visti i tempi risicati, non aveva avuto il coraggio di disdire la prenotazione. Dopo varie vicissitudini lo scenario tende però a trasformarsi, e così Akiyama, dopo essersi perdutamente innamorato di una delle tre sorelle, si ritrova a lavorare presso il Koibana Onsen (onsen è traducibile all'incirca con 'terme', e Koibana è il cognome delle tre sorelle) in quella che non si preannuncia certamente come una vita tranquilla.
Come si può dedurre dai preamboli, Love Onsen è una commedia decisamente esplicita che non manca mai di prestare attenzione alle situazioni ambigue, piccanti o anche decisamente prevedibili, visto il contesto.
Una miniserie in 4 volumi.

Penguin Revolution 3

Yukari Fujimaru ha un potere davvero "speciale": riesce infatti a percepire l'aura delle persone sotto forma di "ali angeliche". Per questo riesce a scorgere nella bellissima Ryoko Katsuragi le potenzialità di diventare una star. Decide quindi di aiutarla nel suo cammino per raggiungere la fama, senza sapere che in realtà la sua amica è... un ragazzo travestito da donna! PENGUIN REVOLUTION (Penguin Kakumei) è una delle serie di punta della casa editrice Hakusensha, il colosso editoriale giapponese specializzato in manga per ragazze. Questa serie, giunta in Giappone al quinto volume di lusso, ha contribuito ad accrescere la fama della sua giovane autrice, Sakura Tsukuba, in grado di regalarci un fumetto ricco di sentimento, dai disegni particolareggiati e delicati; un manga ricco di magia che vi toccherà il cuore!

Trigun Maximum 4

Trigun narra le vicende di Vash the Stampede, primo caso nella storia di uomo dichiarato calamità naturale. Tutto ciò che si sa sul suo conto è che si tratta di un pericolosissimo ricercato alto, biondo e con una taglia sulla testa pari a 60 miliardi di $$ (doppi dollari), conosciuto nel resto del mondo con il soprannome di tifone umanoide a causa dei tanti disastri che lascia dietro di sé viaggiando di città in città. Ma la vera natura del misterioso pistolero è ben lontana dall'essere malvagio e crudele che tutti si immaginano.
Vash è in realtà un tipo spensierato e un pacifista convinto, sempre pronto ad intervenire per salvare gli altri e con due sole grandi passioni: le belle donne e le ciambelle...
Dopo una prima pubblicazione da parte della Dynit, 9 volumi editi dal 2001 al 2004, la casa editrice JPOP da la possibilità di rileggere questo manga con l'agiunta di storie inedite...

Venus Versus Virus 5

I Virus sono spiriti che vagano alla ricerca di altri corpi che li ospitino per poter continuare a vivere. Solo alcune persone sono in grado di vederli, e Sumire Takahana è una di queste... benché nessuno le creda, infatti, Sumire vede i fantasmi sin da bambina e, nonostante i Virus la terrorizzino, entra a far parte del Venus Vanguard... Inizialmente la paura la paralizza; ma un giorno scopre che, venendo a contatto con lo speciale composto chimico usato per sconfiggere i Virus, è in grado di trasformarsi in una persona completamente diversa: una strana abilità che la rende più forte e violenta, in grado di contrastare i Virus a mani nude!
Con questo titolo (e BLOOD ALONE) comincia la partnership tra JPOP e MEDIAWORKS, prestigioso editore giapponese che ha editato bestseller come PLEASE TEACHER, YOTSUBA, GUNSLINGER GIRL.
Venus Versus Virus è uno dei titoli di punta della rivista GAO e, con la trasmissione in TV in Giappone del cartone animato (nel gennaio 2007), si appresta a diventare uno dei titoli più hot della stagione.

Sembra talco ma non è... Elemental Gerad!!

Ni-hao!!!
No non sono impazzita... anche se lo si potrebbe pensare leggendo il titolo di questo post...
Sono semplicemente i risultati di altri due sondaggi che si sono, ahimè, chiusi!!!
Se avete qualche idea su qualche sondaggio... fatevi avanti!!!
I più originali e carini li inserirò nel mio blog...
Avanti allora, cosa aspettate?


Qual'è la vostra formula preferita ?

Sembra talco ma non è... serve a darti l'allegria! Se lo mangi o lo respiri ti da subito l'allegria!!(Pollon) (63%)

Potere del cristallo d'argento vieni a me! (Sailor Moon) - Gira e sfera il desiderio si avvera! (Magica Emi) (18%)

Tekamaia maiacon (Stilly e lo specchio magico) - Pimpulu pampulu parimpampu (Creamy) (9%)


Qual'e' il piu' bel manga fantasy che abbiate mai letto?

Elemental Gerad (47%)

Lodoss War (45%)

Berserk (36%)

Guru Guru - Il girotondo della magia - 3x3 occhi (31%)

Ayashi no Ceres (28%)

Oh, mia dea! (27%)

Bastard (23%)

Wolf's Rain (18%)

Chrono Crusade - Hunter × Hunter (14%)

FullMetal Alchemist - Aria - Magister Negi Negi (13%)

Fate/stay night - Dragon Quest: Emblem of Roto - Neo Ranga - Yaiba (9%)

Planet Manga...

BERSERK COLLECTION SERIE NERA RISTAMPA 1 e 2

BLEACH RISTAMPA 4 e 5

NARUTO IL MITO RISTAMPA 1 e 3

HUNTER X HUNTER RISTAMPA 1


Questo si può definire il mese delle Ristampe. La Planet Manga ha deciso di offrire una seconda chance a tutti i lettori che si sono lasciati sfuggire alcune delle serie più belle degli ultimi anni.
Si comincia con Berserk. Volumi 1 e 2.
Sono passati poco più di tre anni e mezzo da quando Gatsu, il Cavaliere Nero, iniziò a muovere i primi passi editoriali in Italia. All’inizio l’accoglienza fu tiepidina, ma ben presto le cupe storie di Kentaro Miura, ambientate in un Medioevo fantastico ma non meno suggestivo, sono diventate degli assoluti best seller.
Nuove traduzioni, nuovi adattamenti e una nuova edizione nel formato identico all’originale.

Poi prosegue la ristampa di Bleach con i numeri 4 e 5.
All’orizzonte compare un nuovo nemico per Ichigo, ma lo sarà poi veramente? Mentre il nostro protagonista, in qualità di dio della morte, si troverà impegnato in una sfida molto pericolosa, assisterete a una sequela emozionante di colpi di scena nel numero che darà il via a una svolta narrativa importante nell’universo di “Bleach”. Non perdete questi due appuntamenti con il manga di Tite Kubo!

Ritorna Hunter X Hunter. Il primo volume.
Un grande successo dei manga (due milioni di copie vendute nel solo Giappone!), che ha generato cartoni animati e RPG ugualmente popolari...
Dalla fantasia di Yoshihiro Togashi, l’autore di “Yuu Yuu degli spettri”, ritorna la serie a fumetti in formato originale con le mirabolanti avventure di quattro personaggi tutti a caccia dell’ambita licenza di Hunter… il Cacciatore!
Per quanto il loro traguardo sia lo stesso, attraverso i terribili ostacoli incontrati nell’esame per ottenere la licenza, Gon, Killua, Kurapica e Leorio diventeranno però ben presto… inseparabili!

Infine Naruto!! Ristampa del numero 1 e del 3.
Ancora lui, il ninja più simpatico e pasticcione... Direttamente dal settimanale “Shonen Jump” (Shueisha) ecco “Naruto”, incentrato sulle avventure di un ragazzino, Uzumaki Naruto, che vuole diventare un famoso ninja e lasciare un segno nella storia.
Gli ostacoli sul suo cammino sono però molti, come le prove che dovrà sostenere e i rivali che dovrà affrontare… Testi e disegni del giovane e talentuoso Masashi Kishimoto, che si è affermato proprio con questo manga grazie a storie che mescolano azione e umorismo, disegnate con un tratto dinamico e sicuro.

DEATH NOTE MANGA GOLD 2

Light Yagami è uno studente modello, annoiato dal suo stile di vita e stanco di essere circondato da crimini e corruzione. La sua vita prende una svolta decisiva quando, nel 2003, trova per terra un misterioso quaderno con la scritta "Death Note". Le istruzioni del Death Note asseriscono che qualsiasi persona il cui nome venga scritto sul quaderno morirà. Inizialmente scettico sull'autenticità del Death Note, credendolo uno scherzo, Light si ricrede quando assiste alla morte di due criminali di cui aveva scritto il nome sul quaderno...
L’operato di Light è malvagio o è un’inaspettata forma di provvidenza? Ora che Light ha conosciuto il nome di Raye Penber, i poliziotti dell’FBI saranno giustiziati? Quale destino attende coloro che danno la caccia a Kira?

GOTH

Volume unico.
Goth è il racconto di due studenti di scuola superiore con la stessa fascinazione per il macabro e l’investigazioni degli assassini.
Itsuki Kamiyama e Yoru Morino hanno personalità opposte, ma una “passione” in comune, che li porterà a occuparsi di sei casi raccapriccianti di omicidio accaduti nella loro città.
Mistero, azione, suspense in un volume unico e autoconclusivo che dopo aver vinto in Giappone l’Honkaku Mystery Prize, è pronto per essere portato sul grande schermo dalla statunitense Fox Atomic.
Di Otsu-ichi (storia) e Kenji Oiwa (disegni).

HIKARU NO GO 18

Recuperando dalla propria soffitta un goban (il tipico piano necessario per giocare a “go”) il giovane Hikaru viene contattato dallo spettro che vi risiede, che solo lui può vedere o sentire. Lo spettro, gran maestro di go alla corte dell’imperatore vissuto mille anni prima, morto suicida dopo esser stato ingiustamente umiliato, persiste in questo mondo in cerca del modo di giocare a go, di migliorarsi, e di trovare nuovi validi avversari; per fare questo ha bisogno di una persona viva in grado di utilizzare fisicamente la tavola da go, e propone al ragazzo di fargli da tramite...
Un volume atipico formato da sei brevi storie autoconclusive, che ci sveleranno retroscena inediti dei loro sei protagonisti. Si comincia con Akira Toya, che ci viene mostrato prima del suo incontro con Hikaru. Poi si torna al presente, per vedere come se la passa Tetsuo Kaga, il ribelle ex capitano del club di Shogi. Osserveremo anche la bella Asumi Nase nel tempo libero, per poi rituffarci nel passato a vedere che combinava Yuki Mitani prima di conoscere Hikaru. Poi sarà la volta degli esordi di Atsushi Kurata, quando ancora scommetteva sulle corse dei cavalli, e infine potremmo rivedere Sai e Hikaru, alle prese con Tetsuo e un imbroglione da smascherare.

I CAVALIERI DELLO ZODIACO LOST CANVAS 4

The Lost Canvas narra la storia della Guerra Sacra avvenuta nel diciottesimo secolo (250 anni prima della serie originale) ed è incentrata sul rapporto tra Aaron e Tenma, due ragazzi che da teneri amici sono destinati a combattere in due diverse fazioni: quella di Hades e quella di Athena...
Tenma, il Cavaliere di Pegaso, viene ucciso da Ade, reincarnatosi nel corpo di Aron, il fratello di Atena. Di fronte alla superiorità numerica delle schiere dell’Oltretomba, Sion e Doko sono costretti alla ritirata, e tornano al Santuario per riferire l’esito della battaglia e organizzare una nuova offensiva. Yato, Cavaliere dell’Unicorno, viene raggiunto da Yuzuriha, una guerriera con poteri telecinetici proveniente dal Jamir, che lo condurrà negli inferi per recuperare l’anima di Tenma e riportare così in vita il defunto Cavaliere di Bronzo. Per Yato, Yuzuriha e Tenma inizia così una allucinante avventura nel regno dei morti.

SECRET UNREQUITED LOVE 5

Quando hanno 8 anni Mayu conosce Takuma mentre è ricoverato in ospedale. Diventano grandi amici fino a quando Mayu non scopre la terribile verità: Takuma non arriverà ai vent'anni. Su proposta dello stesso Takuma, Mayu si fa promettere che non appena avranno vent'anni si sposeranno.
Solo qualche anno dopo Takuma scopre la triste verità sul suo destino...
In questo quinto volume, per Takuma è il momento di scegliere: se non andrà all'appuntamento che Mayu gli ha dato al cavalcavia, lei rinuncerà definitivamente a lui. È l'occasione che aspettava per rompere definitivamente i ponti, ma sarà la scelta giusta? E mentre Takuma riflette su cosa fare, il destino potrebbe intervenire in maniera crudele, coinvolgendolo in un evento drammatico che lo segnerà per sempre.

SIDOOH 7

1855, ultimi anni dell’epoca Tokugawa. Il Giappone sta vivendo un periodo socialmente e politicamente instabile. Due orfanelli, Shotaru Yukimura e Gentaru Yukimura lottano per sopravvivere in questi anni terribili. Unica loro risorsa la spada ereditata dal padre deceduto e le parole pronunciate dalla madre in punto di morte: intraprendere la “via del guerriero”, SIDOOH!
Kennosuke Ino e Kiyozo Asakura sono morti. Rugi ha tradito chi credeva in lui. L’Armata Bianca è allo sbando. La sete di vendetta di Gentaro e il senso di responsabilità di Shotaro sapranno ottenere giustizia? La “via del guerriero” non è mai apparsa così irta di insidie e di difficoltà, ma il riscatto può essere a portata di mano fra le strade di Edo.Non perdetevi quindi il nuovo capitolo del manga scritto e disegnato da Tsutomu Takahashi.

TOUGH 10

Nel regno della violenza, la quotidiana sopravvivenza è l'unico progetto che hai il lusso di pianificare per il tuo prossimo, disilluso futuro. In un mondo ostile e cinico Kiichi Miyazawa è un delinquente che cavallerescamente trasgredisce alle leggi dell'uomo, insomma un criminale "old fashion", circondato da un'aura di anacronistico romanticismo. Esperto di un'antica disciplina di arti marziali, affina le sue conoscenze grazie alle esperienze del padre, che non pago dell'aiuto profuso, gli lascia in eredità una bega di nome Kiba, un lottatore maniaco-ossessivo che prima voleva la paterna pellaccia e ora perseguita il buon Kiichi...
Il padre di Kiichi viene rapito da un gruppo di sconosciuti e condotto da Dogen. Che cosa ha in mente il cinico uomo d’affari? Kiichi, intanto, incontra il Re della battaglia, che dimostra una potenza straordinaria! E finalmente il campionato mondiale della Hyper Battle ha inizio, ma qualcuno si presenterà alla conferenza stampa senza essere invitato! Scoprite perché nel decimo capitolo del capolavoro di Tetsuya Saruwatari.

WORST 14

Hana Tsukishima è un ragazzo di campagna, dai modi un pò rozzi ma dal cuore d'oro. Arrivato a Tokyo per frequentare le scuole superiori si rende immediatamente conto che l'istituto che dovrà frequentare, il terribile Suzuran assomiglia ad una giungla: più che i professori bisogna temere gli studenti, in particolare quelli delle classi superiori, tutti organizzati in bande più o meno agguerrite.
Vecchie ruggini, antichi rancori. Il massiccio Tsutomu Daizen, detto Astroboia, ha avuto la meglio su Mitsunori Tsukimoto, mentre Hana Tsukishima ha sconfitto Mitsumasa Tsukimoto. Quindi Suzuran batte Hosen due a zero. Ma la partita è ancora aperta e c’è chi continua a tramare nell’ombra per impedire che Hana rimanga il leader indiscusso dell’Istituto Suzuran.

Novità di questa settimana... Star Comics

Detective Conan - 39
Shinichi Kudo è un brillante giovane detective, sempre sulla pista giusta per acciuffare i criminali. Una notte pero', cade vittima dei suoi aggressori che tentano di avvelenarlo con un potente e esperimentale ritrovato chimico. Per fortuna l'effetto del veleno non è letale, ma di certo ha un effetto molto stravagante sul giovane detective: lo trasforma in un bambino!!!
L'unico modo per tornare normale è ritrovare gli artefici del fattaccio e sperare di trovare l'antidoto.
Detective Conan di Gosho Aoyama è considerato come uno dei più importanti manga di sempre ed il relativo anime è regolarmente presente nella top 5 delle serie TV più seguite del Giappone da anni...
In questo volume, ben tre storie autoconclusive!
Heiji e Conan, sulle tracce di un fantomatico piromane; i giovani detective in campeggio; la storia di un piccolo attore alla ricerca della sua mamma, che l’ha abbandonato quando era ancora in fasce…
Unica traccia da seguire: alcune cartoline e un… neo!

One Piece – 47

Continuano le avventure del "pirata" Monkey D. Rufy (da noi Rubber) e della sua straordinaria ciurma.
Ma soprattutto continua la ricerca del leggendario "One Piece", il magnifico tesoro lasciato dal mitico pirata Gol D. Roger (noto anche come Gold Roger) sull'isola di Raftel, alla fine della Grand Line, mai ritrovato e sogno di ogni pirata...
In questo volume, il 47, cercando di sfuggire agli zombie, Nami, Usop e Chopper finiscono nel bel mezzo di un curioso parco popolato da bizzarri animali. Intanto, il resto della ciurma capitanata da Rufy sbarca sull’isola nel tentativo di soccorrere il terzetto di amici, ma, una volta avventuratisi all’interno del sinistro palazzo del dottor Hogback, il gruppo inizia a ‘smarrire’ misteriosamente i componenti lungo il cammino…

1 Segreto X 2 – 2

Secondo appuntamento con lo shoujo più pazzo dell'anno!!!
Nanako Momoi è una ragazza non come le altre... è un vero maschiaccio!Guai a importunarla, rimediereste solo una bella lezione.
Akira Uheara non è un ragazzo come gli altri.... è una vera femminuccia! Nanako gli ha rubato il cuore, ma la sua timidezza non gli consente un buon approccio.
Ma un’incredibile imprevisto ribalta letteralmente le vite dei due giovani... Nanako si ritrova nel corpo di Akira e Akira in quello di Nanako con tutte le conseguenza che ne derivano...
Una commedia esilarante, che vi farà ridere a crepapelle!
In questo volume, dopo lo scambio di personalità a seguito di un esperimento sbagliato, prosegue la bizzarra ‘doppia vita’ di Akira Uehara e Nanako Momoi, l’uno nei panni dell’altra, entrambi alle prese con gli equivoci e le complicazioni generate dai ruoli invertiti!
Stavolta i due protagonisti vengono invitati da un compagno di classe a partecipare a un viaggio-premio a Okinawa. Ovviamente, al trio si aggrega anche la graziosa Makoto Shiina…
Una commedia degli equivoci fra le più divertenti che siano mai state create in Giappone..

Hoshin Engi – 14

Hoshin Engi è una manga d’azione con ambientazione fantastica, decisamente orientato verso l’ironia e l’umorismo. Il protagonista asceta, come Ryo Saeba, è un finto tonto da antologia, che nasconde sotto i suoi comportamenti illogici e a volte demenziali una risoluzione e delle capacità fisiche e mentali straordinarie, tanto che il suo maestro lo considera come il più promettente tra i doshi...
Al punto della storia in cui siamo arrivati, Bunchu, taishi dello Yin, muove l'intera Isola Kingo all'assalto del Monte Kong Rong, ma Taikobo riesce a tenergli testa e distrugge la sola arma da fuoco in grado di abbattere la montagna.
Ma non è finita: Bunchu e i Juttenkun, mostri sennin di Kingo, tendono un'imboscata a Taikobo, che si sta recando sull'isola per recuperare l'amico Yozen…

venerdì 28 marzo 2008

Dragon Ball e Crimson Hero

Ni-hao!!
Konnichi wa a tutti!!!
Intanto volevo scusarmi per ieri... non sono riuscita a postare niente... stavo un tantino male... non che adesso vada benissimo... ma si sopravvive!!!
Ma adesso basta chiacchiere!!!
Ecco i risultati di altri due sondaggi che vedono Dragon Ball e Crimson Hero vincitori!!


Secondo voi qual è l'anime o manga che rimarrà nella storia?

Dragon Ball (35%)

Sailor Moon (32%)

Naruto (21%)

Nana (14%)

Death Note (10%)

Lady Oscar (3%)



Uscite 2008. Tra questi, qual'è il manga che preferite?

Crimson Hero (50%)

GunDolls - Monochrome Factor (9%)

Vita da cavie - 1 segreto x 2 (18%)

Black Lagoon (13%)

Jeudi la Rosa Alpina...

Alpen Rose (アルペンローゼ, Arupen Rōze) di Michiyo Akaishi, è stato pubblicato per la prima volta in Giappone nella classica edizione in volumetti di circa 180 pagine, usciti tra il 1983 e il 1986 per un totale di 9 tankobon. Successivamente è stato ristampato in altre due versioni: la prima, uscita nel 1993 per la Flower Comics Wide (Shogakukan), è composta di 4 volumi di oltre 350 pagine l'uno.
Questa edizione è caratterizzata dalla presenza di illustrazioni a colori a inizio volumetto, e spesso anche di pin-up in b/n in chiusura. La seconda, uscita nel 2000, conta anch'essa 4 volumetti raccolti sotto il marchio Flower Comics DeLuxe. In Italia, grazie alla Star Comics, da Dicembre 2007, possiamo leggere questo manga. Sono 8 volumetti in tutto.(questo mese è uscito il 4°).
Alpenrose è tra i più noti manga di Akaishi Michiyo, una veterana che nella sua lunga carriera si è dimostrata molto prolifica.
Da quest'opera, nel 1985, è stata tratta una serie animata per la TV. (Tatsunoko Productions).
Alcuni forse ricorderanno l'apparizione dell'anime "Rosa Alpina" (titolo originale Honoo no Alpen Rose, "La rosa alpina di fuoco"), di una ventina di episodi, su Rete 4.

La serie fu pesantemente censurata, per far sparire i riferimenti alla guerra e al nazismo da una storia in cui questi costituivano lo sfondo ineliminabile, col risultato di renderla abbastanza incomprensibile. L'anime, prodotto negli anni Ottanta con la supervisione ai disegni della bravissima Akemi Takada ( character design anche delle serie di "Urusei yatsura", "Maison Ikkoku", "Orange Road" e "Creamy Mami") e trasmesso per un'unica volta nell'estate del 1986 in tv nel nostro Paese, fu letteralmente massacrato di tagli, perché dalla trama furono eliminati tutti i riferimenti all'epoca storica in cui si svolge la vicenda, l'avvento del nazismo e l'avvio della Seconda guerra mondiale, sullo sfondo (la storia non ha la stessa importanza in Alpenrose che in Lady Oscar, ad esempio) ma comunque importante per comprendere l'evolversi della storia e le peripezie dell'eroina e dei suoi cari. E' tra le serie televisive maggiormente colpite dalla censura.
Ho il rammarico di aver visto poco della serie animata (nel 1985 ero troppo piccola!!)... ma forse dovrei dire che sono stata fortunata... visto come l'hanno stravola gli adattatori italiani...
Yamato Video ha presentato poi un paio d'anni fa, nel 2006, la versione integrale in 5 dvd, con un nuovo doppiaggio, e ora si può leggere anche il manga, a cui l'anime è stato, a differenza di altri casi shojo, primo fra tutti Georgie, molto fedele.

La storia, come già detto ambientata durante la seconda guerra mondiale, si svolge in Svizzera. Il giovane Lundi vive a Thun, nella Svizzera Francese, e siccome orfano vive a casa degli zii. Un giorno Lundi trova nei campi una bambina poco più piccola di lui, Alicia, unica superstite di un incidente aereo dove sono morti anche i suoi genitori. La piccola però parla solo tedesco e sembra aver perso la memoria a causa del trauma subito. Accanto a lei un pappagallino ripete di continuo le parole "Alpen Rose": Lundi allora decide di chiamare la bambina Jeudi (avendola trovata di Giovedì ^___^) e da subito la considera come una sorella più piccola. Da quel giorno i due ragazzi crescono assieme e sviluppano una profonda amicizia reciproca. Col passare degli anni però Jeudi desidera sempre più conoscere il suo passato: l'unico indizio che ha sono le parole che il suo pappagallino (Printemps), salvato anch'esso dal disastro aereo, ripete continuamente: "Alpen Rose, Alpen Rose". La storia si complica con l'arrivo del conte George de Goulmont, tedesco alleato dei nazisti, che conosciuta Jeudi durante una battuta di caccia, si invaghisce di lei (la ragazza somiglia alla donna amata dal conte, che poi si scoprirà essere la mamma di Jeudi) e offre alla zia di Lundi una grossa cifra in cambio della ragazza, e la donna accetta. Lundi, indignato, corre a salvarla, e dopo varie peripezie i due riescono a scappare dal castello del conte. Non avendo più una casa a cui tornare, i due decidono di recarsi nella capitale, Berna, nella speranza di scoprire chi siano i genitori di Jeudi.

Per sfuggire alle mire del conte, Jeudi decide di tagliarsi i capelli per camuffarsi da ragazzo, ma, durante una fuga in treno, è costretta a separarsi da Lundi. Arrivata da sola a Vienna, il caso vuole che Jeudi faccia la conoscenza del giovane compositore Leonard Aschenbach, la cui famiglia è stata sterminata dai soldati nazisti, (poi si scoprirà essere l'autore della canzone "Alpenrose", nonché amico di famiglia dei Brendell) e che proprio Leonard sia la chiave per sciogliere il mistero del suo passato: infatti il giovane riconosce in lei, seppur con qualche difficoltà iniziale, Alicia Brendell. Passa il tempo, Jeudi, che ormai crede che il suo Lundi sia morto, grazie all'aiuto di Leonard riesce a ritrovare suo padre poco prima che questi muoia in ospedale, e persino a riunirsi alla madre che, quasi cieca, era rimasta vittima di Matilda, una ragazza che si era finta Alicia per ereditare il patrimonio dei Brendell. Ma la storia non trova ancora la sua giusta fine. A mettere alla prova la dolce Jeudi sarà ancora una volta il conte di De Gulmont (che arriva ad assoldare Jean-Jacques, fratello di Lundi, per rapire Jeudi: il ragazzo però rifiuterà di obbedire e troverà la propria morte assieme al conte). E finalmente si arriva al tanto aspirato lieto fine... Jeudi ritrova Lundi, e i due, ancora più uniti dopo le disavventure passate, anni dopo, celebrano la loro unione con un matrimonio. In perfetto stile shojo classico, Alpenrose ci trasporta in un mondo passato e avvolto da una cortina di romanticismo.

A livello di trama, la storia risente inevitabilmente delle influenze tipiche di quegli anni, per cui vi si possono ritrovare elementi comuni ad altre storie (un esempio su tutti, nel vol.1 ritroviamo una scena simile a quella che vede come protagonisti Georgie e Arthur, quando quest'ultimo cerca di salvare la sorella adottiva dal congelamento), che comunque non ne diminuiscono la qualità complessiva. La trama infatti non è mai scontata e si susseguono colpi di scena che portano verso il classico fine di ogni shojo che si rispetti (beh, non tutti gli shojo finiscono bene...)
I personaggi sono ben caratterizzati, anche quelli minori che appaiono per poche pagine.
Jeudi ricorda per molti versi Georgie, e anche nella trama si possono trovare molte similitudini tra le due storie. (l'amore tra fratello e sorella, seppur "adottivi")

Non certo la più originale delle situazioni, eppure la storia scorre in modo molto piacevole e divertente, anche nelle sue ovvie improbabilità: si sa che i Giapponesi trattano in modo estremamente disinvolto - e per questo a mio parere ancor più affascinante - gli argomenti per loro esotici (e poche cose sono più esotiche dell'Europa della prima metà del '900, per un Giapponese...).
Non ha alcuna importanza, ai fini del racconto - che si propone di emozionare, non certo di tenere una lezione di Storia! - la precisione storica, la congruenza di luoghi, paesaggi e situazioni, perché ciò che l'autrice vuole trasmettere sono i sentimenti: amore innanzitutto, poi paura, tradimento, angoscia, speranza...
Non ci troviamo davanti a un capolavoro immortale, ma Alpen Rose è un manga che si lascia leggere molto volentieri, divertente e denso di situazioni frenetiche e piene di suspence. L'alternanza tra momenti lievi, quasi comici, e situazioni tragiche e angoscianti è ben sviluppata e non ci sono momenti di stanca e forse è proprio questa la forza maggiore di Alpen Rose: l'assenza completa di noia.
Lundi e Jean Jacques invece possono quasi essere considerati gli alterego di Abel e Arthur, sia graficamente che caratterialmente.
Nel complesso "Alpen Rose" è una storia godibile e ben sceneggiata, che sicuramente piacerebbe agli estimatori degli shojo cosiddetti "della vecchia guardia".

Lo stile del disegno riecheggia le opere di Yumiko Igarashi. Jeudi porta con sé tutti gli stilemi anni Settanta, biondi capelli al vento, occhioni stellati...
Il tratto del manga è molto pulito e dettagliato, anche se i personaggi hanno sempre un che di infantile, siano essi adulti o ragazzi. Inoltre i disegni rientrano negli stereotipi tipici di certo shojo manga, quindi abbiamo figure molto slanciate e sempre con caratteristiche tipiche femminili (maschi compresi). Le tavole sono fitte di vignette, la splash page è usata raramente e solo in situazione diciamo così "estreme"... A differenza di altri/e mangaka, Michiyo Akaishi non si lascia andare a leziosità su leziosità; il suo segno conserva una certa "seriosità" di fondo, una certa... "grezzezza", ma sia inteso in senso assolutamente positivo. Personaggi e particolari, sfondi, paesaggi e oggetti, sono curati e ben resi, ma non in senso maniacalmente barocco.
E' privilegiata la funzionalità, lo storytelling, anche se non mancano talvolta ardite prospettive "ad effetto". Niente fiorellini e disegnetti a incorniciare le scene topiche; pochissimo usato l'effetto fané: un segno direi quasi sobrio, per quanto sobrio possa essere il disegno di uno shojo, s'intende. Comunque si tratta di un segno accattivante che risulterà certamente gradito a chi è appassionato al genere.

La cosa forse più interessante è come viene trattato il tema del bishonen: è da notare che il bello un po' effemminato e un po' dannato non è Lundi, l'innamorato della protagonista (sorta di Arthur in Georgie), ma la palma di questa figura amatissima dall'immaginario shoujo va divisa tra due personaggi: il musicista Leonhard Aschenbach e il temibile e perfido conte di Goncourt (Gourmand nella versione animata), che anticipa l'importanza del binomio bello e dannato in manga poi più recenti, a cominciare da Sailor Moon, con tutte poi le sue implicazioni di ambiguità anche sessuale e tragicità presente: a loro modo, sia Leonhard che Goncourt sono figure comunque romantiche e tormentate. Curiosità: nel nono e ultimo volume originale sono presenti due racconti autoconclusivi: "Tempo Rubato" e "14-Banme no Sonata"; il primo è dedicato a Leonard, il secondo invece a Jean-jacques.

In conclusione Alpen Rose lo consiglio a chi ama i classici fumetti giapponesi e ne subisce felicemente il fascino, specie di quelli realizzati negli Anni 70 e 80, e lo consiglio anche a chi abbia desiderio di provare per la prima volta a leggerne uno, proprio per la non eccessiva dose di zuccherosità e leziosità di cui si diceva poco sopra.Io credo che alcune delle scelte della Casa Editrice Star Comics, denotino coraggio, come appunto la pubblicazione di manga classici che a una (superficiale) lettura odierna potrebbero apparire "datati", fuori target e quindi poco appetibili.
Invece ci troviamo quasi sempre davanti a dei classici del fumetto giapponese, meritevoli di essere conosciuti e goduti anche dai lettori e dalle lettrici di oggi, sempre che si sia in grado di lasciarsi andare a un tipo di narrazione cui non sempre si è abituati.
D'altronde chi ama i fumetti, da qualsiasi latitudine essi provengano, non dovrebbe avere troppe difficoltà ad immedesimarsi in una storia, sia essa modernissima o "antica", ad immergervisi lasciando fluire le sensazioni e le emozioni che, almeno quelle, non hanno età ne "epoche" di rigida appartenenza...