Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

martedì 8 aprile 2008

Shi Hwa Mong - Tre gemelle, un destino

Shi Hwa Mong è un manhwa coreano di Lee Jong-Eun del 2002.
La serie è ancora in corso ed al momento è composta da 11 volumi.
In Italia è arrivata a giugno del 2006, grazie alla Planet Manhwa. Siamo bloccati al numero 7... (ahimè che tristezza... la maggior parte dei fumetti che leggo è bloccata... o esce una volta all'anno... sigh)
Shi, Hwa e Mong. Tre sorelle gemelle uguali nel fisico ma molto diverse nel carattere, che vengono separate durante l’infanzia, dopo la morte della loro madre.
Dopo avere vissuto fino all’adolescenza in tre “mondi” completamenti diversi (Shi negli Stati Uniti, Mong in Giappone, Hwa in Corea) si riuniscono in patria, ognuna con la propria esperienza, le proprie speranze, i propri drammi nascosti...
A unirle, l’affetto reciproco, e il desiderio di dirimere il mistero che avvolge la loro separazione.

Le gemelle vivono 9 anni separate, ognuna con la propria vita e le proprie esperienze.
Tutte arrivano quindi all'età di 16 anni e Shi, la più diligente e studiosa, si trova benissimo in America, i loro tutori sono soddisfattissimi di lei mentre il loro figlio prova qualcosa per lei.
Mong invece non è sempre stata ben accolta perchè la famiglia in cui doveva vivere a Tokyo era molto ricca, per cui gli ultimi anni in questi 9 di separazione vive con il ragazzo Ritsuki, primogenito ed erede di questa famiglia ricchissima, a Kyoto.
Hwa invece a soli 12 anni subisce la triste morte della nonna ed è costretta a vivere da sola nella casa in cui abitava prima con tutta la famiglia riunita.
Il padre delle ragazze allora decide di informarsi sulle figlie. Con Hwa, dopo la morte della nonna, si maschera come lo Zio Euntae, si spaccia per un amico del papà e ogni tanto va a trovare la ragazza per assisterla un pochino.
Il motivo della sua mascherazione è dovuto al fatto che Hwa odia il padre da quando l'ha separata dalle sue gemelle e finchè la ragazza non sarà più adirata allora lui potrà togliere la maschera.
Dopo essersi informato sulle altre due figlie ( con cui si spaccia sempre per lo Zio Euntae ) allora dà loro un biglietto aereo per tornare a casa...

Stati Uniti. America: Shi informa i suoi cari amici Sean e Amy che, nonostante abbia ricevuto lettere di ammissione dalle università più importanti, ha intenzione di ritornare in Corea.
Mentre i genitori adottivi accettano loro malgrado la sua decisione, il loro figlio Sean, da sempre innamorato di Shi, non la prende molto bene.
Successivamente Shi per caso incontra il suo vero padre in un bar assieme all’uomo che ha ospitato Shi in America, il padre però si spaccia per uno zio e spiega a Shi che le motivazioni per cui suo padre abbandonò lei e le sue sorelle era per via della sua debolezza e della depressione che lo prese dopo la morte della moglie, ma il ricordo che Shi ha del padre è di un uomo forte ed energico per questo è sicura che prima o poi il padre si rifarà vivo.

Giappone: Mong, una vivace ragazzina tutta kawaii, dopo aver atteso il suo bel ragazzo Mizuhara Ritsuki e aver discusso con lui del loro nuovo liceo, si reca nella casa dove viene ospitata, lì si incontra con Natsuki una bellissima ragazza giapponese, nonché ex di Ritsuki.
Fra le ragazze sembra non correre buon sangue, ma in realtà Mong vuole molto bene a Natsuki per questo la informa che partirà per la Corea alla ricerca della sua famiglia e in attesa del suo dolce e bel padre, lasciandole così Ritsuki. L’ultimo saluto prima di partire Mong lo riserva alla donna che l’ha ospitata alla quale esprime tutto il suo disgusto per aver tramato alle sue spalle coinvolgendo anche Natsumi; nel frattempo il padre di Mong la cerca disperatamente, venendo a sapere troppo tardi che Mong è già partita per la Corea…

Corea: come ogni mattina Hwa è in ritardo per la scuola e nel cortile, in angolo un po’ nascosto incontra Robin un suo compagno di classe, il quale convince Hwa ad entrare nella scuola tramite un passaggio segreto, purtroppo i due vengono beccati e messi in punizione a lavare i bagni.
Qui sopraggiunge Philip, il cugino di Robin e per una serie di coincidenze a scuola si sparge la voce che fra i tre si sia creato un triangolo amoroso; nel frattempo Shi e Mong si incontrano per caso all’aeroporto e si recano assieme alla loro vecchia casa.
Quando Hwa rientra da scuola, per la prima volta dopo nove anni rivede le sue gemelle. Il giorno seguente Hwa và a scuola molto agitata, causa la nuova vita familiare; a scuola Robin e Philip si contendono Hwa davanti a tutti causando l’ira delle loro fans nei confronti di Hwa, i due spiegano che è un diversivo per evitare che le ragazze ronzino loro attorno ed essi in cambio offrono la loro protezione alla ragazza, che, non del tutto convinta, accetta la parte.
Shi e Mong incontrano lo zio Euntae che altri non è che il loro vero padre, il quale però nasconde la sua vera identità; egli afferma con certezza che presto ogni cosa sarà chiara alle gemelle e che il loro padre ritornerà spiegandogli tutto perché le ama.

Dopo una brutta esperienza a scuola e dopo aver perso il controllo di sé, Hwa torna a casa triste e sconvolta con la paura che le sue sorelle non le vogliano bene per via del suo carattere…
Sempre in Corea nel frattempo Ritsuki, il quale non ha accettato l’essere stato abbandonato da Mong del quale è follemente innamorato, decide di accettare la proposta di diventare un modello, non per soldi, infatti egli è ricchissimo, ma per raggiungere la popolarità che gli permetterà in futuro di riconquistare Mong.

Shi Hwa Mong è un manhwa per ragazze, un fumetto in cui assistiamo alla maturazione sentimentale delle protagoniste, ognuna alla prese con una diversa situazione amorosa.
La lettura di queste pagine ci farà ridere, ci farà pensare, ci farà sospirare.
Questo manhwa si distingue per un tratto moderno ed accattivante, semplice e pulito, senza tanti fronzoli ne alcuna peculiarità (di sfondi ce ne sono pochi e sono quasi sempre sostituti da retini) e per una narrazione fresca, serrata, che alterna dramma e ironia.
Un ruolo importante ha la curiosità del lettore che viene stimolata con accenni di fatti che vengono però lasciati in sospeso...
La sceneggiatura non è complicata, nonostante l’intreccio, e le tavole sono semplici e pulite. Un punto a favore va alle scenette comiche e alle faccine in SD che ogni tanto compaiono.
È un titolo che, spero, aiuterà a scoprire le potenzialità del fumetto coreano, ormai realtà concreta del panorama editoriale mondiale.
Lee Jong-Eun, l’autrice, ha realizzato un fumetto dai disegni incantevoli e dalla storia intrigante. Una stella nascente, nel mondo del Sunjong manhwa.

Il titolo suggerisce l'intreccio di tre realta' distinte, ma ciononostante legate da un destino comune. Il termine è infatti composto dai nomi delle sorelle gemelle Shi, Hwa e Mong.
La nota distintiva del manhwa è il continuo parallelismo fra unione e separazione, che infonde a queste pagine anima e spessore, assumendo tratti a volte drammatici, a volte comici.
Tre sorelle gemelle, identiche nell'aspetto, ma con tre nature diverse e particolari: Shi, portata per lo studio, ma senza alcun senso dell'orientamento; Mong, sensibile e un po' impulsiva; Hwa, ansiosa e introversa.
Sono le protagoniste di storie differenti, ma unite da una trama romantica e coinvolgente.
In conclusione, una lettura piacevole e leggera, che ogni tanto fa sorridere...

Nessun commento: