Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

mercoledì 23 aprile 2008

Imadoki!

Imadoki! (イマドキ!, Imadoki!), letteralmente "Ai giorni nostri!", è un manga della bravissima Yuu Watase (mangaka che io adoro!!! ^_^).
In Giappone è stato serializzato sulla rivista Sho-Comi della Shogakukan a partire da maggio del 2000, in seguito è stato raccolto in 5 tankobon. Alla fine del 2006 è stato ristampato in un'dizione di "lusso" in 3 volumetti.
In fondo al volume 5 ci sono due storie brevi: la prima nara di come Tanpopo e i suoi amici di Hokkaido hanno "trovato" Poplar, la seconda non ha niente a che fare con la "saga" di Imadoki, ovviamente tali storie sono presenti anche sul volumetto italiano.
In Italia è stato pubblicato dalla Play Press (ora Play Media Company) tra l'estate e l'autunno del 2005, col titolo "Imadoki, ai giorni nostri!", per un totale di 5 volumetti come l'edizione originale giapponese..
È una commedia scolastica semplice ma efficace, ricca di tutti i temi che affrontano i giovani liceali.

La giovane protagonista di questa storia è Tanpopo Yamazaki, una sedicenne dal taglio sbarazzino e dal carattere pimpante, che vive insieme ai nonni nell’isola di Hokkaido.
Dopo le medie però la sua normale routine è destinata a cambiare: infatti è stata scelta come sostituta all’ultimo momento per frequentare una prestigiosa scuola privata di Tokyo, l’istituto Meio.
Traferitasi in città, vive da sola in un appartamento con la sua piccola volpetta Poplar. (infatti nell’isola di Hokkaido ce ne sono tantissime!!). Il suo nome significa “Pioppo” .
Tanpopo affronta l’esperienza con la sua abituale vivacità e un giorno prima dell’inizio dell’anno scolastico decide di “sondare il campo” e andare a vedere la sua nuova scuola: qui avrà uno strano incontro con un bel ragazzo (la Watase non ci delude mai sotto questo aspetto!! ^_^) che sta piantando dei fiori nel giardino. Il novello Celi (qualcuno si ricorda Lulù l'angelo tra i fiori??) si sta prendendo cura di un Dente di Leone (in giapponese Tanpopo) che sta crescendo in mezzo a un vialetto.

I due iniziano a conversare e il ragazzo sembra essere molto gentile, le cura persino la sbucciatura che si è procurata cadendo dalla bici mentre entrava nella scuola.
Quando la ragazza se ne va si accorge di essersi dimenticata di chiedergli come si chiamasse, ma è sicura che lo rincontrerà il giorno seguente.
La ragazza pensa di aver trovato un nuovo amico ma all’indomani tutto sembra solo un bel sogno... Il Liceo Meio è una scuola molto informatizzata, ogni studente ha una card magnetica su cui sono segnati tutti i suoi dati, la tessera inoltre serve per accedere anche alla scuola (ha un'entrata tipo metropolitana).
Appena arrivata in classe la ragazza si accorge che anche l'amico dei fiori che ha visto il giorno prima è suo compagno e quindi lo va a salutare. Kouki Kugyou è il rampollo di una famiglia molto ricca e importante e gode di una certa popolarità e "inavvicinabilità" nella scuola, inoltre è famoso per avere davvero un carattere glaciale.

Kouki fa finta di non conoscere Tanpopo (finisce pure per maltrattare il fiore che stava curando il giorno prima) e gli altri ragazzi la trattano male perché si è permessa troppa confidenza con lui. Ma la ragazzina non si scoraggia e convinta dei buoni sentimenti che il ragazzo le aveva mostrato il giorno prima decide che diverrà sua amica a tutti i costi!! In qualche modo la sua determinazione colpisce il ragazzo.
Il giorno dopo a scuola tutti i ragazzi, venuti a sapere che Tanpopo non è affatto ricca o altolocata, ma è entrata nella scuola grazie a un test, la trattano male, diventa subito oggetto di critica: le portano il banco fuori in terrazza, ma la ragazzina non pare prendersela più di tanto e reagisce sorridendo (e spostando il banco vicino a quello di Kugyou), solo Tsukiko Saiyonji sembra mostrale un pò d'amicizia... comunque per il trambusto combinato Tanpopo si becca una punizione: dovrà pulire il cortile per una settimana intera...
Un pomeriggio, mentre Tanpopo pulisce il giardino nota Kugyou che chiede scusa al Dente di Leone che aveva maltrattato, allora lei lo raggiunge e cerca di parlarci, ma finisce per essere respinta dal giovane. Decide così di escogitare un piano per "tirare fuori il vero Kugyou".

Durante l'assemblea per l'assegnazione dei compiti nella classe Tanpopo si offre volontaria per occuparsi delle piante della scuola e offre volontario anche Kugyou, ma nell'istituto è proibito coltivare piante vere, infatti quelle che ci sono nei giardini sono tutte finte...
Quando Kugyou nota l'ostilità della classe nei confronti della ragazza intercede in suo favore dicendo agli altri (che obbediscono ciecamente a tutto quello che ordina) di lasciarla fare. Allora anche Tsukiko si alza e dichiara di voler dare una mano a Tanpopo.
La mattina seguente Tanpopo mette in atto il suo nuovo piano: sostituire i fiori finti di un'aiuola con quelli veri, nonostante sia vietato dal regolamento. Pensa così di trovare un modo per avvicinarsi a Kugyou. Viene aiutata da Tsukiko, mentre Kugyou le spia da lontano.

Quando torna a casa scoppia un violento temporale e preoccupata per i fiori appena piantati la ragazza torna a scuola per cercare in qualche modo di ripararli dall'acqua scrosciante.
Mentre cerca di ricoprire i fiori dalla pioggia, Tanpopo si sente male (si era bagnata con la pioggia pure la mattina mentre li piantava) e sviene. Kugyou la soccorre e l'accompagna a casa, dove si prende cura di lei. Mentre i due si allontanano sopraggiunge Tsukiko e calpesta l'aiuola di Tanpopo.
Il giorno dopo, grazie anche a Kugyou, Tanpopo è in perfetta forma e quando arriva a scuola scopre che i fiori che ha piantato il giorno prima stanno benissimo, (ovviamente Kugyou si è preso cura anche di loro). Tsukiko continua ad osservarla da lontano minacciosa...
Tsukiko è segretamente innamorata di Kouki, e così rompe i rapporti con Tanpopo perché è gelosa dello stretto legame che unisce i due...
Tsukiko in un primo momento dichiara "guerra" a Tanpopo, sono acerrime rivali per la conquista di Kouki, poi le fa notare che anche lei è innamorata del ragazzo.
La ragazza stupita e confusa inizia a porsi delle domande sui suoi sentimenti nei riguardi di Kouki... La situazione pian piano si complica...

Kouki e Tanpopo, a causa di uno scherzo, rimangono bloccati nello stesso ascensore. Kouki scopre che la ragazza ha molta paura nei luoghi stretti e bui, così per tranquillizzarla, le dice che lui è li per lei e che non deve aver timore (kawai!!!! questa scena è una delle mie preferite!! ^_^)
Quando finalmente l'ascensore riparte e le porte si aprono, un ragazzo li minaccia con una pistola! Kouki dichiara che proteggerà la sua amica a costo della vita e lo strano ragazzo si presenta: si tratta di Aoi Kyougoku, un bravissimo hacker che ha organizzato tutta questa messa in scena per vedere quanto era forte la loro amicizia!
Aoi diventa così il quarto membro del club e Tanpopo e Kouki decidono di chiedere l’ufficializzazione del loro club al consiglio stundetesco. I due si recano cosi da Ogata il presidente degli studenti, che in primis non sembra molto propenso ad accogliere la loro proposta, promette però che si occuperà della cosa... Nell'occasione Ogata chiede a Kouki informazioni sul fratello scomparso... ma quest'ultimo non risponde.

Il giorno seguente non si presenta a scuola così Tanpopo, Tsukiko e Aoi decidono di andarlo a trovare a casa sua. I ragazzi fanno così la conoscenza di Erika Yanahara, la fidanzata di Kuoki!
Quando quest’ultimo rientra a casa, è praticamente costretto ad ammettere la verità: suo fratello maggiore se n’è andato di casa 2 anni prima senza dare più notizie, da allora Kouki è diventato l'erede dei Kugyou al posto del fratello (con so grande rammarico), mentre Erika, che era la fidanzata del fratello, ora è la sua promessa. Tanpopo ne è spiacevolmente sorpresa ma ancora non riesce a mettere bene a fuoco i suoi sentimenti...
Intanto Ogata ha preso la sua decisione: ufficializzerà il club solo se Tanpopo lo libererà dalle pressanti attenzioni di Arisa Uchimura, una Ganguro (cioè una gal, una ragazza, dalla pelle abbronzata e dai capelli e trucco molto chiari), con un atteggiamento molto libertino nei confronti dei ragazzi. Quando il gruppo segue Arisa in un locale, Tanpopo viene aggredita da alcuni ragazzi, ma Kouki si erge in sua difesa e la ragazza finalmente si rende conto di amare il ragazzo...
Anche Arisa viene aggredita, da alcune ragazze. L’intervento di Kouki riesce a salvarla e finalmente Arisa apre il cuore a Tanpopo: aspetta un bambino da Ogata… che le ha offerto dei soldi per abortire! Tanpopo tira un pugno da manuale all’insensibile ragazzo e così le due diventano amiche... Ogata dà così il permesso per ufficializzare il club di giardinaggio ed i ragazzi festeggiano la cosa piantando nuovi fiori.

Un giorno Sakata, l'autista di Kouki irrompe a scuola dicendo al ragazzo di aver scovato Youji, il fratello scomparso, nell’Hokkaido. Tanpopo si offre di accompagnare Kouki visto che quello è il suo paese natale e così (naturalmente) anche il reso del gruppo si aggrega.
Nell’Hokkaido i ragazzi vengono ospitati a casa di Tanpopo e fanno la conoscenza dei suoi nonni, scoprendo così che i genitori della ragazza sono morti quando era piccola in un incidente stradale dove lei era rimasta solo ferita. La mattina seguente la ragazza fa una passeggiata fino ad un laghetto poco lontano dove si recava sempre con i genitori ed incontra uno strano tizio che scambia per un maniaco. Tanpopo fugge ma cade e si fa male ad una gamba. Il tizio le offre il suo aiuto e si rivela essere solo una specie di turista. Le cura la ferita alla gamba e le chiede di fare una foto insieme; poi le regala l'istantanea. Quando arriva Kouki, mandato dalla nonna preoccupata per la ragazza, lei gli racconta l’accaduto e gli mostra la foto: Kouki riconoscere immediatamente il fratello! I due si mettono alla sua ricerca per tutto il giorno, ma senza risultati e quindi restano bloccati lì per tutta la notte. La mattina dopo, quando i due ragazzi riescono a tornare a casa, scoprono che durante la notte gli altri uscendo per andarli cercare avevo invece trovato proprio Youji, svenuto per la fame. L'incontro fra i due fratelli non è certo idilliaco… anzi XD!

Il gruppo torna a Tokyo con il fratello ritrovato. Youji e Kouki devono risolvere i loro problemi familiari, quindi i ragazzi li lasciano soli con i loro genitori ed Erika, ma Kyougoku è troppo curioso e Tsukiko troppo interessata, quindi aiutati da Sakata, si introducono nella villa attraverso un passaggio segreto. Youji non è disposto a sottostare agli ordini del padre e di voler vivere la propria vita come vuole. Esorta poi anche Kouki a seguire il suo esempio scatenando però un'accesa discussione in cui si intromette Erika che si chiede cosa ne sarà di lei.
La madre dei due ragazzi la tranquillizza e le dice che andrà in sposa ad uno dei due fratelli come promesso, deve solo scegliere. Nello stesso momento in cui Erika sta per fare la sua scelta, la botola del soffitto si apre improvvisamente e tutto il gruppo “precipita” nella stanza!
Nella caduta Uchimura si fa male e la ragazza rivela di non aver più abortito. Viene immediatamente portata in ospedale dove i medici rassicurano che tutto è a posto. Proprio in quell’occasione Erika rivela la sua scelta, dicendo di voler diventerà la moglie di Kouki.

L’estate finisce e la scuola riprende, la mattina quando Tanpopo va ad occuparsi del giardino scopre che Erika ha deciso di iscriversi in quello stesso istituto...
Da quel momento la vita scolastica per Tanpopo diventa molto difficile e problematica. Erika sta costantemente addosso a Kouki, tanto che diviene difficile rivolgergli la parola. Inoltre Erika vuole iscriversi al Club del Giardinaggio e Tanpopo è costretta ad accettare. Kouki riesce a trovare un momento per parlare con Tanpopo e le dice che assolutamente non ama la sua fidanzata.
Arriva il periodo del festival scolastico e al club di Tanpopo viene detto di organizzare qualche evento particolare. E’ Erika a suggerire l’idea giusta: verranno distribuite delle rose, le ragazze doneranno rose rosse alla persona a cui si vogliono dichiarare, questi le risponderà il giorno del ballo con una rosa bianca se accetterà e con una gialla se invece rifiuterà.
Erika gelosa del fatto che Kouki abbia regalato a Tanpopo la sua paletta da giardinaggio, propone alla ragazza una sfida: tutte e due daranno una rosa rossa a Kouki e lui quindi dovrà decidere tra le due. Tampopo anche se riluttante accetta.

Inizia il festival e l’idea di Erika pare riscuotere molto successo. Kyougoku gira per la scuola a filmare le coppie con la telecamera. Youji si presenta l’ultimo giorno per una visita alla scuola mentre Uchimura vuole tentare di nuovo con Ogata e Tanpopo, per darle una mano le regala la sua rosa, ma a quel punto visto che le rose rosse sono terminate, lei non potrà dichiararsi a Kouki. Youji allora le offre il suo aiuto dandole la sua rosa, ma quest’ultima proprio in quel momento sfiorisce...
Allora i due vanno in infermeria e mettono i petali della rosa in un vaso. Erika però è in vantaggio: dà la sua rosa a Kouki e quando la ragazza vede Kyougoku con la sua telecamera si avvicina a Kouki e lo bacia. Tanpopo e Youji vedono la scena da un monitor dall’infermeria... Tanpopo è sconvolta nel vedere il bacio tra Kouki ed Erika. La ragazza ormai non riesce a stare accanto ai due e annuncia, durante un assemblea, la decisione di lasciare il club di giardinaggio, senza spiegazioni e scappando via. Kouki la insegue per avere dei chiarimenti ma Tanpopo invece gli restituisce la paletta e addirittura calpesta il fiore che aveva piantato quando il loro gruppo era nato. La ragazza inoltre inizia ad evitare anche gli altri membri del club che sono molto preoccupati e che vogliono sapere da lei cosa le accadendo... E' Youji, il fratello di Kouki (che intanto è andato a vivere nello stesso palazzo della ragazza) che cerca di tirarla su di morale.

Intanto Kouki scopre la verità sul comportamento di Tanpopo da Erika e corre a casa sua. La ragazza nel frattempo è uscita per una passeggiata con Youji. I due sono davanti ad un fioraio quando il ragazzo improvvisamene le porge una rosa rossa. Tanpopo ne resta stupita e Kouki arriva proprio nel momento in cui i due sono abbracciati in quanto la ragazza, per lo stupore, è inciampata in un vaso e Youji si è sporto per sorreggerla. Kouki naturalmente equivoca, risale di corsa in macchina e va via.
Convinto di aver ormai perso Tanpopo decide di accettare l’amore di Erika, mentre Youji e Tanpopo si avvicinano molto... Ma un giorno Arisa preoccupata, si presenta a casa di Tanpopo e la rimprovera per aver rinunciato facilmente a Kouki, ma nel mentre nella discussione viene colta dalle doglie (oramai è al nono mese di gravidanza). Youji e Tanpopo la portano in ospedale e telefonano a suo padre e agli altri ragazzi.

Il gruppo in questa occasione si riunisce di nuovo e Tanpopo rivela a Kouki che ora è la ragazza di Youji...
Il comitato studentesco chiede al club di giardinaggio di organizzare la festa per la fine dell’anno e Tsukiko coglie l’occasione per far ragione Tanpopo e farle cambiare idea. Tsukiko ha anche una discussione con Erika: quando quest’ultima minaccia di lasciare il club se Tanpopo vi farà ritorno, Tsukiko arrabbiata le risponde che il loro club non è un semplice gruppo di persone ma prima di tutto un gruppo di amici. Tanpopo sentendo queste parole, cambia idea e decide di tornare nel club.
In questo modo la ragazza ha anche modo di riflettere e capisce che nonostante tutto ama veramente Kouki e decide di parlare con Youji. Anche Kouki ha riflettuto sul suo presente e sul futuro e dice ad Erika che non la sposerà e di aver deciso di non voler più assecondare il volere dei genitori. Youji intanto si rende conto dei veri sentimenti di Tanpopo e la anticipa sul tempo, lasciandola. Youji se n'è andato da poco quando Tanpopo è raggiunta da Kouki, ma prima che i due abbiano il tempo di spiegarsi, Kouki riceve una telefonata: Erika ha tentato il suicidio!
E non è tutto... il nonno di Tanpopo si è sentito male e lei deve tornare subito a casa...

Kouki va di corsa in ospedale da Erika, mentre Tanpopo si prepara per tornare a casa nell’Hokkaido. Il nonno della ragazza è in coma e la nonna per la stanchezza sviene. Tanpopo capisce che deve prendersi cura di tutti e due.
Intanto Kouki spiega ai genitore di Erika la sua intenzione di non volerla sposare e in questo viene appoggiato da Youji. Dopo il chiarimento con le famiglie, i due fratelli si chiariscono nella serra. Youji sprona il fratello ad essere onesto e a dichiarare il suo amore a Tanpopo. Dopo poco la ragazza stessa chiama Kouki al cellulare per fargli sapere le sue intenzioni: resterà nell’Hokkaido per occuparsi dei suoi nonni. Prima di chiudere la telefonata, la ragazza dichiara il suo amore a Kouki. Il ragazzo non fa in tempo a dichiararsi perché la ragazza attacca la cornetta del telefono. Ma la mattina dopo, con grande sorpresa, Tanpopo lo trova sotto casa sua: aveva preso il primo aereo per raggiungerla.

Erika, saputo che Kouki non andrà a trovarla perché recatosi da Tanpopo, decide di andare anche lei nell’Hokkaido. Le due ragazze hanno modo di parlare: Erika sconvolta tenta di buttarsi nel lago ghiacciato ma Tanpopo la tira fuori dall’acqua e le da uno schiaffo. Le dice di andare avanti con le proprie forze e di non arrendersi mai. Poco dopo Kouki torna a casa di Tanpopo (era rimasto all’ospedale per assistere il nonno) e comunica che il nonno si è svegliato e sta meglio. Erika vede la scena nascosta da una porta e arrendendosi all’evidenza, dice addio a Kouki...
Ultimo giorno di scuola, Tanpopo va a dire addio alla scuola e Kouki in quell’occasione le restituisce la paletta e si dichiara alla ragazza dicendole che non vuole separarsi più da lei e che la seguirà ovunque andrà.
Passa un po di tempo, Tanpopo è rimasta in contatto con tutti i suoi amici di Tokyo: Saionji e Kyougoku vanno molto d’accordo (sembrano a un passo dal mettersi insieme XD), il club di giardinaggio va alla grande, Ogata sembra aver messo la testa a posto e ha deciso di prendersi cura del bambino suo e di Arisa, Erika ha deciso di andare a studiare in Inghilterra ed è rimasta in contatto con Youji... Kouki, invece, che intanto si è diplomato... si iscrive all’università dell’Hokkaido e si trasferisce dalla sua Tanpopo.

Imadoki, diversamente agli altri manga della Watase, non tratta di magie, combattimenti, ecc... ma è una normale commedia scolastica. Con "normale" però, non intendo assolutamante banale.
Infatti seppur si possano riscontrare molti temi tipici di queste storie (il triangolo amoroso, le difficoltà nel dichiararsi, le scene imbarazzanti, ecc...), la Watase è riuscita a creare una storia particolare, dolce e divertente al tempo stesso.
Non ci si annoia nemmeno per un momento a leggere questo manga, pieno di colpi di scena e che ruota attorno ad un elemento fuori dal comune: i fiori... Tutto parte infatti dal club di giardinaggio, è grazie ad esso che Tanpopo farà nuove amicizie e riuscirà a superare le difficoltà, conquistando pian piano chi le sta attorno e gettando un po' di luce in una realtà dove le uniche cose che contano sono i soldi e la posizione sociale. Tanpopo dovrà scontrarsi con le ostilità, i pregiudizi e il senso di superiorità che le manifestano gli studenti del nuovo liceo...

Le premesse sembrano quelle di un qualsiasi shoujo scolastico, ma non dobbiamo dimenticare che questo è un fumetto di Yuu Watase, quindi non ha niente a che fare con altre storie dagli argomenti simili e soprattutto non ha niente di... usuale.
In Imadoki, come in ogni manga (meraviglioso... ops... forse sono un pochino di parte... :P) della Sensei, una componente importantissima è il lato romantico: se nei primi numeri la protagonista non si è ancora resa conto che... "l'amore ha bussato alla sua porta", con il proseguire della storia questo argomento verrà trattato sempre più in profondità...
I disegni, splendidi come sempre, sono quelli "post-Ayashi no Ceres", quindi molto carini, godibili, precisi e ben realizzati, le tavole ben strutturate, gli sfondi, quando ci sono, dettagliati ed i personaggi sono tutti ben caratterizzati. Tanpopo, con la sua allegria, dolcezza e ingenuità (come viene sottolineato più volte nel manga) sembra proprio una ragazza d'altri tempi agli occhi degli studenti della Meio, dove ognuno si preoccupa solo di sè stesso. La nostra dolce protagonista riesce, proprio grazie a questo suo carattere positivo e solare, a conquistare chi le sta attorno (lettore compreso), facendolo "sbocciare" e crescere grazie ai valori dell'amicizia e della lealtà.

Alcuni hanno notato un'analogia tra "Imadoki!" e il più famoso "Hana Yori Dango" (famoso shoujo manga di Youko Kamio pubblicato in Italia da Planet Manga): è vero che l'ambientazione e la situazione di conflitto iniziale sono simili, ma è altrettanto vero che le analogie si fermano qui...
Laddove Tsukushi Makino, l'eroina di "Hana Yori Dango", è una ragazza moderna, Tanpopo è invece un'eroina d'altri tempi: eternamente sorridente a dispetto delle difficoltà, sincera, spontanea, generosa, disposta a fare a botte per ciò in cui crede, da autentico maschiaccio. (Avete riconosciuto i tratti fondamentali di Candy, vero^_^?). E' persino accompagnata da un grazioso animaletto, Poplar, una volpe che potrebbe essere il pronipote di Klin! Ma c'è ancora altro: Tanpopo è piena di buoni sentimenti e sani principi... irrompe nella vita scolastica, facendo di un insieme di personaggi improbabili un vero gruppo di amici, nel rispetto delle diversità di ciascuno. La sua esasperata ingenuità e la sua irresistibile testardaggine aggiungono poi un indispensabile tocco d'originalità al suo carattere: nel corso della lettura è impossibile trattenere il sorriso, ed è perfettamente comprensibile che talvolta i personaggi attorno a lei, del tutto inseriti nella loro epoca, si meraviglino che una ragazza simile esista ancora "ai nostri giorni"...

In "Imadoki!" la Watase, a differenza dei due suoi più importanti lavori ("Fushigi Yuugi" e "Ayashi no Ceres"), rinuncia a qualsiasi elemento fantastico per focalizzare una maggiore attenzione verso la realtà giapponese: una scelta coraggiosa, perché è più difficile cercare di affascinare il pubblico con la semplicità di una commedia scolastica "di formazione", per chi finora si era saputa avvantaggiare delle tematiche fantasy...
L'esperimento nel complesso è interessante e di certo in mano a una narratrice meno esperta e capace della Watase avrebbe raggiunto un risultato poco soddisfacente; sta di fatto che il meccanismo funziona appieno: la storia diverte e appassiona, raccontando di amore, amicizia, solidarietà con molta semplicità ed immediatezza. In conclusione, questo manga della Watase, seppur sia lontano dai suoi capolavori, riesce a conquistare il lettore ed ha un posto di tutto rispetto tra le opere della sensei.
Personalmente l'ho trovato un manga molto divertente, una ventata d'aria fresca fra gli shoujo scolastici... ma soprattutto, se avete avuto a che fare con Yuu Watase solo per le sue opere fantastiche non dovete certo lasciarvi scappare l'opportunità di vederla all'opera con un tema diverso...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Io adoro Yuu Watase, anzi la MITICA Yuu Watase!!
Ho tutti i suoi manga, infatti sto aspettando Fushi yuugi Special ( di genbu) 9...Sai quando uscira` di preciso? grazie mille!!

Ciao e bellissimo Sito!

By Vanessa (Tanpopo)

Vally-chan ha detto...

Ni-hao!! ^__^
Anche io la adoro!!!!
Per Fushigi Special 9 bisogna aspettare ancora un pochino.. ho letto che purtroppo... non è previsto nei primi 4 mesi di quest'anno... TT__TT
Grazie a te per essere passata,
torna a trovarmi
Baci
Vally-chan