Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

venerdì 5 febbraio 2016

Death Note 2016, il film live s'infila nel tunnel del cyberterrorismo

La notizia giunge direttamente dallo Shonen Jump di Shueisha, ed è così che dopo la conferma del nuovo film arrivata attraverso un singolare countdown, è giunto il momento di sapere chi saranno i nuovi Kira e L nella versione 2016 di Death Note.
Sosuke Ikematsu (L'ultimo Samurai) interpreterà Ryuzaki, successore di L nonché detective di fama mondiale. Masahiro Higashide (Parasyte Kiseiju, Ao Haru Ride) avrà il ruolo di Tsukuru Mishima, un investigatore alle calcagna dei diversi Death Note, prerogativa di questo nuovo film; e infine Masaki Suda, istrionico attore visto in Assassination Classroom nei panni di Karma e in Kuragehime in quelli di Kuranosuke Koibuchi, sarà il superterrorista Yuugi Shion.
L'ammirazione quasi divina che Shion nutre per Kira nasce dal fatto che quest'ultimo ha ucciso la persona che ha assassinato la famiglia di Shien. Quanto a Mishima, inserito nello speciale team messo in piedi per contrastare la presenza dei Death Note, è conosciuto anche come "Death Note Otaku".
Ricordiamo che il lungometraggio di Warner Bros uscirà in Giappone in autunno e viene definito come un 'sequel proibito' delle due precedenti versioni cinematografiche, entrambe del 2006: Death Note e Death Note: The Last Name.
Anno 2016: la società contemporanea, altamente informatizzata, è minacciata dal cyber-terrorismo. Emergono nuove figure carismatiche, che hanno ereditato il DNA di Light (interpretato nelle precedenti pellicole da Tatsuya Fujiwara) e di L (il cui ruolo fu allora rivestito da Ken'ichi Matsuyama). Gli eredi dei due geni si sfideranno attorno ad un nuovo Death Note.
Un elemento cruciale della nuova trama sarà la "Six-Note Rule": fino a sei Death Note possono coesistere nel mondo umano. Di conseguenza, sulla Terra possono coabitare sei Shinigami. Sebbene la regola fosse prevista nel manga originale, nessuno degli adattamenti precedenti l'aveva utilizzata per scopi narrativi.
Il manga originale di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata raccolto in 12 volumetti ha goduto di una fortunatissima serie animata, ma ha ispirato di recente anche un musical, una serie live action andata in onda la scorsa estate, nonché un futuro progetto targato Hollywood.

Fonte consultata:
Anime News Network

Nessun commento: